Corrispondenza 1940-1943

24.10.40 Bassano

Papà e mamma carissimi, questa cartolina ve la porta la mia Franca e la mia Franca vi dirà anche tutto il bene che io e lei vi vogliamo. State sempre tranquilli. Scrivetemi presto che io vi scriverò ancora presto. Vi saluto vi bacio e abbraccio. Vostro Emilio

06.01.41 Bassano

Miei cari, ò ricevuto la vostra lettera ieri: tu papà ti spaventi sempre per niente. Non preoccuparti di niente: io sono già passato da Milano venerdì della settimana passata ed ò aggiustato le cose per il meglio. Sta pure tranquillo va, che nessuno verrà a toccare la vostra roba. Scrivetemi pure presto e datemi vostre notizie, ma non preoccupatevi mai di niente: penso io a tutto. Franca vi avrà scritto per me: ho dimenticato gli scarponi e il soprabito: Franca mi farà un pacco e me lo manderà qui. Io sto bene e vi saluto tanto caramente. Vi ripeto di essere sempre tranquilli e di non pensare a niente. Vivete meglio che potete e curate la vostra salute. Vi abbraccio caramente vostro aff.mo Emilio.

06.04.41 Sainte Foy (Savoia)
miei carissimi genitori, vi scrivo dal paese nel quale mi trovo da una settimana. Mi trovo bene, sono in ottima salute e così spero sia di voi, vero? Spero abbiate ricevuta la mia lettera della settimana scorsa, non abbiate mai nessuna preoccupazione per me. Quanto a voi state tranquilli. Cercate di fare quello che potete per arrivare a tutto da voi. Ma non abbiate mai paura, dove non potere arrivare voi, arriverò sempre io. Di qualunque cosa chiedete il consiglio del Luigi Cappio che non mancherà di aiutarvi in tutto. Unisco un biglietto per la zia Angiolina, fate il favore di darglielo. Vi raccomando sempre di stare tranquilli, di aiutarvi l’uno con l’altro. Tu mamma guarda che la casa voglio che sia sempre in ordine. Tu papà aiutala anche in casa. Nella prossima settimana spero di avere notizie della zia Matilde. Vi abbraccio con grande affetto. Vostro aff.mo figlio Emilio.

24.08.42 XX P.M 200
genitori carissimi ò ricevuto le vostra lettera del 6 agosto nella quale mi dite che state molto bene di salute ma vi lamentate tanto di tutto il resto, che la vita è cara, che non si trova niente ecc… Miei cari, ma dovete pensare che siamo in guerra, che dobbiamo vincere la guerra, che quelli che stanno a casa debbono fare sacrifici perchè non manchi niente a quelli che combattono. Quando mi scriverete non ripetetemi sempre queste cose che so già, ditemi invece quello che veramente vi occorre, che cosa dovete pagare e perchè lo dovete pagare. Capito? E poi state tranquilli perchè se so che non siete tranquilli e non avete sempre le solite storie io vi aiuto volentieri, mi capite bene? State dunque allegri che penso a voi e vi manderò presto cinquecento lire, va bene? Vi abbraccio caramente vostro figlio Emilio. Ps: vi debbo far pagare il francobollo perchè ora non ne ò . Emilio.

CORRISPONDENZA COI GENITORI 1940-1943

testo completo, 35 pagine, versione PDF

CLICCA QUI PER SCARICARE

Corrispondenza di guerra 1940-1943

1940-41 da Emilio – fino a scuola allievi ufficiali, 364 pagg, 60 MB
1940-41 da Franca – fino a scuola allievi ufficiali, 210 pagg, 38 MB
1941 da Emilio, periodo Francia-Valle d’Aosta, 409 pagg, 83 MB
1941 da Franca, periodo Francia Valle d’Aosta, 172 pagg, 58 MB
1942 da Emilio – prima parte, Montenegro, 264 pagg, 25 MB
1942 da Emilio – seconda parte, Montenegro, 220 pagg, 16 MB
1942 da Franca, 239 pagg, 19 MB
1943 da Emilio, 224 pagg, 16 MB
1943 da Franca, 121 pagg, 8 MB
1936-41 Pierino Miniggio – attendente, 17 pagg
1940-43 Giovanni Cravello– fratello di Franca, 23 pagg
1942 Ada Mello Caligaris, 6 pagg
1943 Renato Willien, 4 pagg
1939-72 Università Cattolica, 15 pagg

Prime azioni nei Balcani

1942 - documento autografo: 15 pagine pdf

III° plotone fucilieri

30 agosto 1943

Le manovre in Montenegro

1942 - 1943

Diaspora del Regio Esercito e degli I.M.I.

8 settembre 1943